martedì 2 gennaio 2018

...il carbone della Befana!

Ok, evitiamo i commenti sarcastici classici che ogni anno sento fare sulle donne che attendono il 6 Gennaio per sfoderare la scopa volante...ma noi ci siamo trasformate in befane veramente!!!
I cuccioli di casa non si sono mai offesi nel trovare il carbone nella calza, anzi! La 7enne in particolare aspetta l'epifania proprio per quello: lo adora!
Quest'anno, per sperimentare qualcosa insieme, abbiamo deciso di provare a farlo noi e, al terzo tentativo, ce l'abbiamo fatta!!!
Yes: capito bene: al terzo tentavo! I primi 2 sono andati buchi perché le ricette che abbiamo consultato non erano molto precise ma poi ci siamo arrivati. Ecco perché ho deciso di condividere con voi la ricetta: per darvi la dritta che nelle ricette on line mancava e per dirvi di provare assolutamente a farlo perché, quando riesce, è una magia!!
Ecco il nostro in tutto il suo splendore
La ricetta è quella che si trova su tutti i siti internet:
  • 300 g di zucchero semolato
  • 300 g di zucchero a velo
  • 1 albume
  • 100 g d'acqua
  • colorante nero (io l'ho trovato solo gel ma è andato benissimo)
Volete sapere come fare? Pronte a diventare vere Befane?
Eccovi accontentate!
In una ciotola montate a neve molto ferma l'albume e poi incorporateci lo zucchero a velo in modo da creare una glassa. a questo punto ho aggiunto il colorante nero ed ecco il risultato:
A parte, in un pentolino, mettete lo zucchero semolato e aggiungete l'acqua (indicativamente 100 g) fino a coprirlo. Mettete sul fuoco e aspettate che caramelli.
Ecco il punto. Cosa si intende per caramellare?
La prima volta ho fatto il caramello vero e proprio (ho aspettato che lo zucchero sul fuoco si sciogliesse, si risolidificasse e diventasse, appunto, caramello): sbagliato! Quando ho aggiunto la glassa si è trasformata in lava...
La seconda volta ho aggiunto la glassa quando lo zucchero sciolto ha iniziato a bollire: troppo presto.
Il momento giusto è questo:
Quando lo zucchero, una volta sciolto inizia a bollire ed a diventare biondo. L'acqua deve evaporare un po', deve avere la consistenza del miele...per chi ha mai fatto il caramello VERO bisogna aggiungere la glassa un minuto prima che lo zucchero si risolidifichi.
A questo punto, se avete indovinato il momento giusto, versando la glassa nel caramello, questa inizierà a gonfiarsi. MAGIA!!!!
Dategli una girata e rovesciate il tutti in uno stampo da plumcake precedentemente rivestito di carta forno.
L'aspetto deve essere questo. Se è liquido non va bene e non serve farlo cuocere di più. Se non gonfia subito e non diventa così dovete riprovare! Arrendersi mai!
Io vi consiglio di non aspettare fino a che sia proprio freddo per spezzarlo in cubetti perché poi diventa più duro e si sbriciola di più. tiepido si lavora meglio...sempre che riusciate a non mangiarvelo tutto...
Che dite? Ci proverete?

1 commento: